Menu

Benvenuto
Nel Salento

Benvenuti nel Salento

Benvenuti in Salento. ci sono molti modi per raggiungere il nostro Salento. Se avete scelto l’aereo, durante l’atterraggi, potrete notare le chiare e splendide acque del nostro mare Adriatico, su cui  si affaccia la città di Brindisi. Appena scesi dall’aereo si potrà apprezzare il nostro clima piacevole e caldo. Una volta saliti sulle nostre navette inizierà il viaggio verso le vostre località turistiche. 

Benvenuti nel Salento
Benvenuti nel Salento

Viaggiare Nel Salento

Viaggerete comodamente in un ambiente climatizzato e potrete apprezzare le bellezze del nostro territorio. Scegliendo delle strade interne percorribili a velocità ridotta si potrà godere della vista delle nostre campagne ammirando ulivi monumentali intervallati da distese di vigneti. Inoltre si potranno notare le tantissime masserie ancora abitate. I loro residenti si dedicano alla coltivazione dei terreni per la produzione di frutti ,ortaggi e verdure, all’allevamento di bestiame e alla lavorazione dei loro derivati che si possono anche acquistare in loco. In altre è possibile soggiornare perché trasformate in B&B o Agriturismo, inoltre passando nei paesi  sembrerà che il tempo si sia fermato e si noterà la bellezza e la semplicità dei colori delle abitazioni.

Cosa Visitare nel Salento
Cosa Visitare nel Salento

Potrete notare i fabbricati con le tipiche terrazze ,una volta adibite al disseccamento di legumi, frutti e ortaggi che servivano da provviste per l’inverno. Invece in luoghi più moderni si potranno notare i numerosi gazebo adorni di piante e fiori dove i loro proprietari, nelle calde sere d’ estate ,usano cenare al chiarore della luna e delle stelle magari proprio con una frisa accompagnata da un bel calice di vino possibilmente Negroamaro. Proseguendo ancora  si potranno ammirare le bellezze dei nostri vigneti intervallati da piccoli promontori e avvallamenti. Come in un quadro dipinto, confuso con il cielo, appare all’orizzonte lo splendido Mar Ionio della Marina di Porto Cesareo, con le sue acque limpide e trasparenti. Si potranno Ammirare le bellezze dell’Area Marina Protetta che si estende verso Torre Lapillo fino a Punta Prosciutto

Marina di Porto Cesareo e Barocco Leccese

Passeggiando sulle spiagge, fatte di sabbia bianchissima e corallina, si possono ammirare varie isolette. La più estesa è l’Isola dei conigli. Potrete passarvi una giornata nella sua pineta e,se fortunati, godere della vista dei conigli che ci vivono. Potrete inoltre passeggiare nel Borgo Antico di Porto Cesareo dove si trovano le caratteristiche e colorate pescherie e acquistare il pesce appena pescato dai pescatori locali. Potrete gustare i piatti tipici  nei numerosi ristoranti del posto. Se invece si vuole percorrere il tragitto più veloce verso Lecce ,lungo la statale, si incontrano indicazioni di luoghi e Borghi antichi da visitare. Uno situato nell’agro fra Trepuzzi e Casalabate è l’Abbazia di Cerrate. In pochi minuti si potrà arrivare a Lecce, famosa per il suo Barocco.

Visitando Lecce e Novoli

Visitando Lecce e Novoli

Il Barocco Leccese, come il maestoso e imponente il campanile del Duomo ne sovrasta la Piazza. Passeggiando nel centro storico si potranno ammirare gli antichi palazzi, le varie chiese e il caratteristico anfiteatro romano. Il tutto può essere arricchito gustando un buon caffè in ghiaccio, addolcito con lo sciroppo di latte di mandorla. Proseguendo ancora il viaggio, si notano i tantissimi paesi dove in diversi periodi dell’anno, si organizzano feste patronali e sagre. Uno fra questi è Novoli che ne dà proprio inizio, il 16 di gennaio con la sua tradizionale Focara eretta dal popolo novolese in onore del santo patrono Sant’Antonio Abate .Si tratta di un enorme Pira costruita con migliaia di fascine ottenute dai tralci di vite. 

Gite a Copertino e Galatina

Proseguendo ancora si potrà incontrare l’indicazione del paese di Copertino, città natia di San Giuseppe, il santo dei voli che si svolge il 18 di settembre. A pochi minuti di strada si potranno ammirare le evoluzioni di qualche aereo militare in addestramento proveniente dall’aeroporto scuola volo di Galatina. Inoltre Galatina è famosa per la chiesa dedicata a Santa Caterina d’Alessandria che è detta la Cappella Sistina del Sud e al suo interno si possono ammirare gli innumerevoli affreschi. Nonché città natale del pasticciotto: esclusivo dolce tipico del Salento.

Visitando Nardò e Gallipoli

Visitando Nardò e Gallipoli

Proseguendo ancora si entra nell’agro di Nardò dove si può ammirare il villaggio di Pajare: piccole case costruite in pietra con il tetto fatto di terra e paglia usate dai contadini e dai pastori nei tempi antichi come abitazioni. Per incanto appare Gallipoli, con la sua Isola di Sant’Andrea e il borgo antico, circondata dalle mura del castello. Passeggiando nei vicoletti sembrerà di tornare indietro nel tempo infatti ancora si possono ammirare Antichi Mestieri come i tessitori di reti e i costruttori di nasse.

Info Turistiche a Otranto.

Scegliendo invece il percorso da Lecce verso Otranto, si trovano le indicazioni per il Castello di Corigliano e per  Melpignano. Quest’ultimo, facente parte del compartimento della Grecia Salentina, è conosciuto per La notte della Taranta, evento che richiama tantissima gente per assistere al grande concerto delle musiche popolari del Salento e ai balli della famosa pizzica salentina. Deviando verso est, si arriva ad Otranto. Nota per il suo Castello medievale la città si presenta con il suo Borgo antico dove  sembrerà che il tempo si sia fermato .Una visita è d’obbligo nella sua cattedrale Dove si trova il famoso mosaico della vita e collocate le tantissime ossa dei Santi Martiri.

Escursione Castro e sud est Salento
Escursione Castro e sud est Salento

Escursione Castro e sud est Salento

Proseguendo il percorso lungo la costa si potranno ammirare le bellezze degli uliveti coltivati a terrazzo. Altra meta turistica la Grotta della Zinzulusa situata sul mare del comune di Castro, paese che ammirato con le luci della sera, è simile ad un presepe. Proseguendo ancora si arriva nel comune di Santa Cesarea Terme. Famoso è Palazzo Sticchi detto anche Punta d’Oriente proprio perché situato nel punto d’Italia più estremo verso Est.

Tricase E Leuca.

Proseguendo ancora sì passerà per i tanti borghi marinari come Tricase Porto ed il ponte del Fiordo del Ciolo. E infine, eccola lì: Santa Maria di Leuca, il punto più estremo dell’Italia e del Salento (Finibus Terra ) una volta metà dei tanti Pellegrini che venivano a piedi percorrendo la via Francigena per ottenere le indulgenze plenarie. E’infatti caratteristico il santuario dedicato alla Madonna.

Visite con Navetta a Porto Selvaggio e Costa Ionica
Visite con Navetta a Porto Selvaggio e Costa Ionica

Visite con Navetta a Porto Selvaggio e Costa Ionica

Verso nord ci si ritrova sul mar Ionio. Questa volta lo scenario è differente: si potranno Ammirare le tantissime Torri saracene alcune anche visitabili. Queste servivano nel medioevo come torri di avvistamento per salvaguardare il territorio dalle incursioni dei Saraceni. Una fra le  tante è situata nel comune di Santa Caterina circondata dalla splendida pineta di Porto Selvaggio.

Soggiorno e Marine di Porto Cesareo

Durante il vostro soggiorno nelle varie località del Salento è consigliabile approfittare per fare una delle tante escursioni al mare per esempio nell’area Marina Protetta di Porto Cesareo dove si trova il sito archeologico di Scalo di Furno, Antica Fornace dove i romani producevano le anfore. Infatti nei suoi fondali si possono intravedere tantissimi Cocci di vecchi manufatti. Inoltre, situato vicino alla Torre Chianca, un altro sito archeologico sommerso comprende le antiche colonne romane visibili dalla superficie grazie alle acque del mare limpide e cristalline. Potrete inoltre approfittare dei tanti mini tour organizzati alla scoperta dei territori del Salento con degustazione di vini e prodotti tipici.Lasciamo a voi la scelta verso la meta più bella per le vostre vacanze nel Salento:terra te lu sule, lu mare, lu jentu….